CESPERnet

La pediatria di famiglia rappresenta un osservatorio privilegiato dei fenomeni che interessano il bambino ed il suo nucleo familiare. Il pediatra assiste e può osservare e registrare non solo gli aspetti più strettamente connessi ai momenti di malattia ma tutti quelli ricompresi nello “spazio di salute allargato”. Con questa definizione si intende fare riferimento ai fenomeni riguardanti la crescita di un bambino, peraltro sano, quali la puericultura, lo sviluppo psicomotorio e sensoriale, il suo accudimento in seno alla famiglia, le sue modalità di relazione con la coppia parentale, le sue modalità di socializzazione, di inserimento scolastico, ecc.

Occorre ricordare che conoscenze precise di alcune malattie tipiche delle cure primarie, in termini epidemiologici e descrittivi delle caratteristiche (frequenza, sintomi, durata, interventi previsti ed attuabili, ecc) sono possibili solo se queste vengono “osservate e registrate” nell’ambito in cui più frequentemente vengono gestite.

In Italia spesso siamo costretti a fare riferimento in termini statistici a dati provenienti dagli Stati Uniti o dalla Gran Bretagna anche per fenomeni che ogni pediatra di famiglia incontra quotidianamente come faringotonsilliti, otiti, raffreddore, dermatite atopica, asma, obesità, disturbi del sonno, ecc.
Date le profonde differenze socio-economiche e di stili di vita tra i paesi anglosassoni e l’Italia, però, non è detto che i dati, le considerazioni e gli interventi che sulla base di questi vengono definiti, siano tout court trasferibili alla realtà sanitaria italiana.
Nella migliore delle ipotesi usiamo dati italiani raccolti in centri di cura di II o di III livello che disegnano un quadro delle patologie spesso del tutto differente da quello tipico della realtà delle cure primarie.

I pediatri di famiglia hanno bisogno di conoscere e di analizzare i dati della loro attività professionale per diversi ordini di motivi:

  • Descrivere la grande mole di lavoro che ogni giorno svolgono nel proprio studio
  • Descrivere i fenomeni più importanti, non solo in termini di gravità, ma anche di impegno di lavoro richiesto, la loro frequenza e le caratteristiche più rilevanti.
  • Conoscere la frequenza e le caratteristiche dei vari problemi per poterne definire modalità di intervento appropriate alla luce di quanto è possibile fare nell’ambito della Pdf.
  • Presentarsi alle trattative per il rinnovo degli accordi regionali con dati precisi sui problemi più “onerosi” che vengono affrontati e risolti nel territorio, non solo in termini di malattie e prescrizioni farmacologiche.
  • Accreditarsi come categoria in grado di fornire dati epidemiologici attendibili sia di carattere generale (raccolti routinariamente nella normale attività professionale) sia su specifici progetti.

Il gruppo per la ricerca epidemiologica del CESPER si è costituito per supportare il Presidente nell’attività di progettazione e coordinamento di ricerche epidemiologiche a partire dai dati che quotidianamente ogni pediatra di famiglia immette sul programma di gestione dello studio Junior bit.

Ci si propone i seguenti Macro-Obiettivi di lavoro:

  • Creazione di una banca dati dei Pediatri di Famiglia del Veneto (CESPERnet)
  • Progettazione e conduzione di progetti di ricerca epidemiologica che rispondano a specifiche esigenze della FIMP Veneto e/o delle Associazioni culturali che fanno parte del CESPER
  • Progettazione di specifici percorsi di formazione finalizzati alla partecipazione alla raccolta dati
  • Redazione di rapporti periodici sulle attività dei pdf

Tutorial ELIMINARE DIAGNOSI DAL SOAP

Quando si inserisce nella riga della Testata del Diario o nel Corpo del Diario una diagnosi o un altro dato in forma codificata (dal Dizionario o da ICD9), il dato viene memorizzato in una tabella denominata SOAP, che permette di effettuare, se lo si desidera, analisi statistiche ed epidemiologiche sui dati inseriti nelle cartelle.
Tale tabella non è sempre visibile ma contiene comunque tutti i dati, conservando anche quelli introdotti eventualmente per errore. Perciò eliminare i dati errati è importante al fine di annotare e automatizzare dei dati utili a livello statistico. 

Il tutorial illustra le procedure necessaie per eliminare le diagnosi dal SOAP.

Categoria:

Tutorial LEGAME DIAGNOSI-PRESCRIZIONE

E'  stata più volte fortemente sottolineata l'importanza di una compilazione più evoluta della cartella clinica e la necessità di legare ogni prescrizione alla diagnosi codificata per la quale essa viene rilasciata, come naturale e necessario complemento alla compilazione degli eventi e dei contatti. Tutto ciò permette di ottenere migliori informazioni sul paziente, più fruibili per un miglioramento dell’assistenza e della ricerca.

Il Tutorial indica le procedure necessarie per legare una prescrizione (farmaco od accertamento diagnostico) ad una diagnosi codificata nel programma Junior Bit. 

Categoria:

Tutorial INSERIMENTO DI DIAGNOSI MOLTEPLICI

Nel dizionario di Junior bit sono contenute tutte le diagnosi di uso comune registrate secondo la codifica ICD9.
Inserire le diagnosi utilizzando una terminologia codificata e uniforme invece che in forma libera ed eterogenea permette di:

  • eseguire facilmente ricerche personali per ritrovare diagnosi registrate in precedenza
  • eseguire analisi statistiche personali o collettive
  • assolvere correttamente all’obbligo previsto nelle normative (di prossima applicazione) di associare le prescrizioni di farmaci alla diagnosi ICD9

Con questo Tutorial viene presentato come registrare altre diagnosi codificate, oltre a quella inserita nella TESTATA del contatto.

Categoria:
Abbonamento a RSS - CESPERnet